Il canale

Il canale di Sant'Antonio fa parte di un luogo più ampio chiamato Canale - Porto che rappresenta l'area protetta di natura chiamata il paesaggio significativo, protetto nel 1974.

Il paesaggio significativo, come un paesaggio naturale di grande valore paesaggistico, di biodiversità e di geo-diversità caratteristiche di quest'area, si estende dal ponte di Šibenik fino all'uscita dal canale di Sant'Antonio. All'interno dell'area protetta naturale, nel paesaggio significativo Canale-Porto vi è una zona cuscinetto della fortezza di San Nicola, del monumento protetto dall'UNESCO.

Il canale è un fenomeno naturale che si diletta con la sua bellezza originale; prende il nome da Sant' Antonio Abate ed è l'unica via marittima naturale per Šibenik. Per secoli proteggeva l'ingresso della baia di Šibenik e la rendeva una delle baie più sicure della costa adriatica orientale. È lungo circa 2.500 metri. Il valore naturale del canale sono le sue caratteristiche geomorfologiche e la vegetazione classica mediterranea. Il canale è caratterizzato dai boschi di pini d'Aleppo e quercia nera, 56 specie di molluschi bivalvi, grandi specie ittiche e quasi 600 specie di piante. La caratteristica principale del rilievo è il carso. Lo spazio ebbe il suo aspetto finale solo 10.000 anni fa quando a seguito dell'ultima glaciazione, il corso inferiore del fiume Krka fu allagato facendo l'estuario del nome ria. Pertanto, il presente canale di Sant'Antonio era una volta il profondo canyon del fiume Krka e le tracce del suo letto antico si estendono fino al mare aperto. Nel fondo del canale ci sono barriere di travertino, il che significa che c'erano le cascate. Siccome si tratta del corso inferiore del fiume allagato in cui si mescolano l'acqua dolce ed il mare, questa zona è un habitat importante per molte specie ed è anche elencata nella rete ecologica Natura 2000 (la rete ecologica delle aree importanti per la conservazione delle specie e degli habitat in pericolo dell'Unione Europea).

Accanto alle bellezze naturali visibili a prima vista ed una splendida vista panoramica di Šibenik da un lato del canale e dall'altro lato di fortezza di San Nicola e dell'archipelago di Šibenik, il canale ha anche numerosi valori culturali.

All'ingresso del canale si possono vedere le rovine delle vecchie torri, costruite nel XVI secolo, accanto alle quali una volta era installata la catena di ferro che impediva alle navi nemiche di entrare nel porto di Šibenik.

Salendo le ripide scogliere verso l'uscita del canale, ci imbattiamo in un attraente tunnel marino scavato nella seconda guerra mondiale ed in seguito utilizzato dalla JNA. Scavato nella roccia viva, il tunnel è lungo una centinaia di metri. Nelle immediate vicinanze c'è un vecchio molo e una grotta con una chiesa dedicata a Sant'Antonio. All'uscita dal canale, ripide scogliere passano in bellissime baie, adatte per il nuoto e la ricreazione. Sul lato est, poco prima della baia e del bagno di Škar, l'esercito dell'ex Jugoslavia costruì un complesso di strutture militari; caserme, magazzini e banchine con relativa infrastruttura. All'uscita del canale verso il mare aperto si trova la perla della costruzione delle fortificazioni veneziane - la fortezza di San Nicola. Quasi completamente circondata dal mare e in gran parte conservata nella sua forma originale, la fortezza di San Nicola è una delle fortezze più belle dell'Adriatico.

Copyright © 2019. Izrada web stranica i razvoj web shopa: Play Digital